Messe e Confessioni

 

San Martino SS. Nome
di Maria
Santuario
Madonna delle Grazie
Messe festive ore 10
ore 18
ore 11.30 ore 9
Messe prefestive sabato e vigilie:
ore 18
sabato e vigilie:
ore 18
sabato e vigilie:
ore 17
Messe feriali da lunedì a venerdì:
ore 8giovedì anche alle 18.30
da lunedì a venerdì:
ore 18  [variazione]
ogni mercoledì:
ore 16

Messa con supplica alla Madonna:
giorno 12 del mese
(no sab., dom. e vigilie)
ore 16

Confessioni sabato:
ore 16-17.45
(nei mesi estivi:
ore 17-17.45)
sabato:
ore 17-17.45

Variazione Messe feriali in SS. Nome di Maria = anticipate alle 17.30 dal 21 ottobre fino al termine delle benedizioni natalizie.

 

Condizioni per partecipare al sacramento dell’eucaristia

Partecipare pienamente al Sacramento dell’eucaristia richiede di non essere in condizione di peccato mortale (chiamato anche peccato grave, che richiede una materia grave, la piena avvertenza e il deliberato consenso); in tal caso è necessario far precedere una confessione sacramentale. Solo in casi eccezionali (impossibilità fisica o morale di confessarsi) si può accedere all’eucaristia dopo un  atto di contrizione perfetta, che implica l’impegno a confessarsi quanto prima. Alcune situazioni personali (peccato pubblico e manifesto, stato di vita contrario ad altri sacramenti, quali quello del matrimonio) rendono impossibile ricevere l’eucaristia finché tali realtà non si siano risolte; un colloquio con un sacerdote  può aiutare a valutare la possibilità, l’opportunità e le modalità di una piena partecipazione in situazioni problematiche.

Modi per ricevere l’eucaristia

Due sono i modi per ricevere l’eucaristia: direttamente in bocca, o sul palmo delle mani che vanno entrambe protese bene aperte poste una sopra l’altra a modo di trono. Alle parole del sacerdote: “Il corpo di Cristo”, si risponde “Amen”. Compiere con gentilezza e finezza tali gesti non è vano ritualismo ma giusta attenzione verso “il culmine e la fonte” della nostra fede. La nostra comunità promuove in alcune Sante Messe la partecipazione all’eucaristia secondo le due specie, il pane e il vino; in tal caso le modalità di partecipazione possono variare e saranno comunicate dal celebrante.

Eucaristia ai malati

I sacerdoti e i ministri straordinari dell’eucaristia visitano regolarmente malati e impossibilitati a muoversi per portare loro l’eucaristia; chiunque desiderasse una visita per sé o per un proprio caro può segnalarlo alla segreteria.